Find us on Facebook
Ultimo mese Settembre 2017 Prossimo mese
L M M G V S D
week 35 1 2 3
week 36 4 5 6 7 8 9 10
week 37 11 12 13 14 15 16 17
week 38 18 19 20 21 22 23 24
week 39 25 26 27 28 29 30




LE ISOLE EGADI


L'imbarco degli aliscafi si trova a soli 15,1 km dal Camping LidoValderice ed è raggiungibile dalla strada provinciale SP20..

Per maggiori informazioni su questo servizio visitare il sito http://www.aziendasicilianatrasporti.it/


Le Isole Egadi sono un arcipelago di tre isole principali e due minori, posto a circa 7 km dalla costa occidentale della Sicilia, fra Trapani e Marsala. Erano note già in antichità col nome latino Aegates.

L'ISOLA DI FAVIGNANA


favignana


Favignana ha una superficie di 19 km2 e uno sviluppo costiero di 33 km frastagliati e ricchi di cavità e grotte. Anticamente il nome di Favignana era “Aegusa” termine che significa “farfalla” data la forma dell'isola. Il nome attuale deriva dal Favonio che è un vento caldo di ponente che ne determina il clima molto mite. Nonostante nell'antichità fosse ricca di vegetazione, oggi ne è povera a causa del disboscamento. L'isola è attraversata da nord a sud da una dorsale montuosa la cui altitudine massima è quella del Monte Santa Caterina, di 314 metri s.l.m.. Altre due cime sono la Punta della Campana alta 296 metri e la Punta Grossa alta 252 metri. Sul lato meridionale si trovano gli isolotti Galera e Galeotta (praticamente degli scogli).

 

800px-cala_azzurra_favignana


L'ISOLA DI LEVANZO

L'Isola di Lèvanzo è la più piccola delle Isole Egadi, con una superficie emersa di appena 5 km2; Politicamente, come le altre due isole, fa parte della provincia di Trapani. È costituita da rocce calcaree bianche che presentano numerose grotte e questo è uno dei motivi principali per cui è visitata. L'antico nome romano dell'isola era Phorbantia, dal nome di una particolare spezia presente nel posto.

Il paese è composto da uno sparuto gruppo di case munite di un piccolo porticciolo, che dista circa 15 km da Trapani. È priva di strade rotabili, a parte un piccolo tratto di strada asfaltata che conduce alla spiaggia del Faraglione. Nonostante l’arretratezza tecnologica, questa sorta di situazione fuori dal tempo è una delle principali ragioni per cui le sue bellezze paesaggistiche sono rimaste inalterate.

Il promontorio più alto è il Pizzo Monaco, a 270 metri s.l.m.

 

800px-levanzo2


Sulla costasi affacciano alcune grotte, la più nota delle quali è la Grotta del Genovese, con le sue incisioni e pitture rupestri di 11000 anni fa. Attraverso l'analisi stratigrafica, è stato possibile effettuare una delle pochissime datazioni al carbonio-14 della preistoria siciliana, che ha indicato l'anno 9230 a.C. (epigravettiano evoluto) come il periodo i cui quelle caverne furono abitate: la presenza nella sequenza stratigrafica di un frammento calcareo di notevoli dimensioni, con un bovide inciso, di stile del tutto affine alle raffigurazioni parietali sulle pareti, ha permesso di ottenere questa datazione assoluta.

 

L'ISOLA DI MARETTIMO

L'antico toponimo greco dell'isola, citato da Polibio, era “Hierà Nésos”, che significa "Isola Sacra". Il nome attuale deriva molto probabilmente da "Marìtima", nome latino dell'Isola che compare già nell' Itinerario Antonino del I-II secolo d.C.. Alcuni studiosi suggeriscono che l'origine del nome sia da ricercare nell'abbondante presenza del timo selvatico. Questa non è tuttavia l'unica tipologia di erba che cresce spontaneamante nell'isola, il cui clima del tutto particolare ha contribuito allo sviluppo di una flora straordinaria e rigogliosa.

 

marettimo


A differenza delle restanti isole dell'arcipelago (Lèvanzo e Favignana), Marèttimo si è staccata dalla terraferma diverse migliaia di anni prima, sviluppando in tal modo antichi endemismi, come la Brassica Macrocarpa (Cavolo delle Egadi) e il Seseli Bocconi, pianta arbustiva che cresce sulle rupi attorno al Semaforo. Le guide internazionali la definiscono la perla del mediterraneo per il blu intenso e limpido delle sue acque. Le grotte, i fenomeni carsici, i ricchi fondali contribuiscono a definirne la bellezza.


marettimo1_seacilia_it


Oggi Marèttimo fa parte della riserva naturale delle Egadi. Il villaggio di Marettimo, costruito secondo le tradizionali forme architettoniche diffuse in tutto il mediterraneo, è collegato con Trapani attraverso passaggio in aliscafo (un'ora di navigazione) o traghetto(circa tre ore). Sull'isola, oltre a piccoli esercizi commerciali, una chiesa, e qualche locanda, è presente un telefono pubblico e una piccola ma fornita biblioteca storico-naturalistica presso Associazione "Marettimo", via Campi 3. Tel. 0923 923000. Il punto più alto dell'isola è il Monte Falcone (686 m).

 

Puoi richiedere ulteriori info sul camping e su come raggiungere Le Isole Egadi

cliccando qui

 

Partner

banner-bb-rais